Make up sotto la lente

di Stefania Maroni
Gli occhiali da vista rendono gli occhi un punto focale del viso. Come valorizzarlo al massimo mimetizzando le imperfezioni? Con il make up giusto. I consigli di una visagista.

Cate Blanchett Launches Tim Flannery's New Book "Here On Earth"Oggi, grazie all’ampia scelta di montature, gli occhiali da vista si sono trasformati in un accessorio moda, che non solo definisce il look, ma può anche valorizzare il viso e persino svelare qualche lato della personalità. Occorre, però, fare attenzione al trucco. «Le lenti mettono in risalto ogni più piccola imperfezione, accentuano i tratti e intensificano le sfumature. Il make up, quindi, deve essere essenziale, ma particolarmente accurato», afferma la visagista Paola Curioni, che ci spiega come realizzarlo. E una volta appresa la tecnica, vale la pena dare un’occhiata alla gallery, dove abbiamo raccolto una selezione di cosmetici ad hoc.

CORRETTORE, UN ALLEATO PREZIOSO
«Anzitutto è importante perfezionare la delicata zona del contorno occhi, applicando un velo di correttore fluido, per mimetizzare eventuali occhiaie o leggere discromie cutanee. Dopo i 35 anni, conviene miscelare al correttore qualche goccia di siero effetto lifting, meglio se all’acido ialuronico, per distendere le piccole rughe d’espressione, che lenti rendono più visibili, in particolare quando si sorride», consiglia l’esperta.

SÌ A MATITA O EYE LINER
«Niente linee marcate o che oltrepassano l’angolo esterno dell’occhio. Per enfatizzare lo sguardo, basta disegnare tanti minuscoli punti tra le ciglia o tracciare una riga ultrasottile lungo il bordo della palpebra superiore». Per eseguire questo semplice passaggio si possono usare indifferentemente la matita o l’eye liner: «Neri se gli occhi sono verdi, azzurri o molto scuri; marrone se sono castani», suggerisce Paola Curioni.

UNA BUONA DOSE DI MASCARA
Le lenti fanno sembrare le ciglia più lunghe e consistenti. Ed è già un bel vantaggio. ‘Rivestite’ di mascara, poi, l’effetto sarà ancora più eclatante. «Ma solo se viene applicato correttamente», avverte la visagista. Ecco come procedere: «Tenere la palpebra sollevata con un polpastrello, in modo che le ciglia si aprano a ventaglio e risultino ben distanziate tra loro, quindi passare lo scovolino dalla radice alle punte, evitando i movimenti ondulatori o zig zag, che arruffano le ciglia e rischiano di incollarle l’una all’altra».

ATTENZIONE ALL’OMBRETTO
E se ancora non siete soddisfatte potete aggiungere l’ombretto, ma attenzione: «Solo nei toni del beige o grigio perla e a patto che la sfumatura sia molto leggera e interessi esclusivamente la parte mobile della palpebra», precisa Paola Curioni. Sono vietati, invece, quelli scuri o quelli pastello, soprattutto se la montatura degli occhiali è pesante o colorata. Da evitare anche quelli iridescenti, a meno che le palpebre non siano perfettamente lisce».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Make-up, Viso Argomenti: , , , , , , , , Data: 15-10-2016 10:00 AM


Lascia un Commento

*