African beauty

di Stefania Maroni
Il Continente Nero è una vera miniera di principi attivi utili a pelle e capelli. E le case cosmetiche vi attingono a piene mani. Dall'olio di argan al karitè, i migliori prodotti.

Young woman with eyes closed, smiling, close-upAlla continua ricerca di nuovi territori da esplorare, da qualche anno le case cosmetiche hanno scoperto che l’Africa rappresenta una straordinaria miniera di principi attivi utili a pelle e capelli, che non si trovano in nessuna altra parte del mondo. In massima parte si tratta di sostanze di derivazione vegetale, la cui estrazione e raccolta dà lavoro a molte donne del luogo, che vengono compensate adeguatamente. Non solo, alcune aziende, per esempio, Chanel, l’Occitane, Clarins e L’Erbolario, promuovono e sostengono iniziative nelle regioni con cui intrattengono rapporti commerciali, finalizzate allo sviluppo dell’agricoltura e alla valorizzazione delle risorse locali.

KARITÉ, IN TESTA ALLA HIT PARADE
Tra le piante più apprezzate c’è sicuramente la pianta del karité, comune in molte regioni dell’Africa: dai suoi semi si estrae un burro usato dalla popolazione per accelerare il processo di guarigione di ferite e scottature. In cosmetica, il burro di karité è l’ingrediente più usato nelle formule delle creme dedicate alle pelli disidratate, ad alto rischio di invecchiamento precoce. Recenti studi hanno anche dimostrato che riduce i danni provocati dai raggi UV.

ARGAN, L’ORO DEL MAROCCO
Dalle proprietà idratanti, emollienti, elasticizzanti e nutrienti, grazie alla massiccia presenza di Omega 3 e 6 e di vitamine, l’olio di argan è una delle principali risorse economiche del Marocco. Viene estratto dai noccioli del frutto dell’albero di argania, detto anche albero della vita, che cresce rigoglioso in questa regione dell’Africa. Lo troviamo tra gli ingredienti di molte creme idratanti e antietà, ma è facile reperirlo anche allo stato puro.

VANILLA E HARUNGANA, DAL MADAGASCAR
Il baccello di vanilla planifolia coltivata in Madagascar racchiude invece una consistente percentuale di polichetoni, molecole capaci stimolare le funzioni vitali della pelle, in particolare il suo processo di rigenerazione. In Madagascar cresce anche l’haranguna, i cui frutti forniscono un estratto in grado di rilanciare la produzione di collagene, rendendo la pelle più consistente e compatta.

KIGELIA, L’ALBERO DELLE SALSICCE
Dopo l’allattamento, per restituire tono al seno, le donne Zulu ricorrono a impacchi di polpa del frutto di kigelia africana, che ha la singolare forma di una salsiccia. Il suo effetto rassodante è dovuto all’elevata concentrazione di isoflavoni (fitoestrogeni naturali), che migliora la compattezza dei tessuti cutanei. Non a caso è l’ingrediente clou di parecchie formulazioni destinate a combattere rilassamenti e smagliature

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo, Gallery, Viso Argomenti: , , , , , , , , Data: 29-05-2016 10:00 AM


Lascia un Commento

*