Tutte in maschera

di Stefania Maroni
Efficacia garantita, azione rapida, e un piacevole effetto rilassante. Le facial mask meritano un posto privilegiato nella nostra routine di bellezza: conosciamole meglio.

dv708017Le maschere di bellezza hanno origini antichissime. Già le conosceva Cleopatra, che purificava e nutriva la sua pelle d’ambra con un impasto di miele, sale e acqua argillosa. Poppea, la splendida e dissoluta moglie di Nerone, invece, combatteva i segni del tempo con un composto a base di riso macinato e polvere di fagioli secchi miscelati a latte di asina. Oggi le beauty mask hanno formule ricche e complesse, soprattutto molto più efficaci: conosciamole meglio.

PERFORMANCE D’ECCELLENZA
Le maschere sono i cosmetici che vantano la più alta concentrazione di principi attivi. Inoltre creano sulla pelle una pellicola occlusiva che ne favorisce l’assorbimento e trattiene l’acqua negli strati cutanei superficiali, migliorando così l’idratazione. Naturalmente, è importante scegliere un prodotto in grado di soddisfare le esigenze della propria pelle e applicarlo secondo le istruzioni. Non solo: durante il tempo di posa, è meglio rimanere sdraiate in totale relax ed evitare anche la minima contrazione dei lineamenti.

PRATICISSIMI PATCH
Le classiche maschere dalla texture cremosa sono ancora le più richieste, ma in questi ultimi anni riscuotono un notevole successo anche i patch. Si tratta di maschere sagomate, in tessuto usa-e-getta, imbevute di principi attivi mirati, in particolare, anti età. Sono disponibili per tutto il viso o solo per zone specifiche, come il contorno occhi. Non mancano i patch per il corpo. Dall’azione snellente, rilasciano i loro principi attivi nell’arco della giornata e sono l’ ideale nel trattamento delle adiposità localizzate.

SOLO NEI BEAUTY CENTER
Pulisce la pelle in profondità e la tonifica, rendendola subito più luminosa e compatta: è la maschera al ferro, fiore all’occhiello dei beauty center che praticano i trattamenti Dermophisiologique. Grazie alla sua azione magnetica, che si sviluppa durante l’applicazione, il tempo di posa e la rimozione, pulisce e purifica la pelle, stimola il metabolismo cellulare, favorisce la microcircolazione e promuove la sintesi di nuovo collagene.

RICETTE FAI-DA-TE
Ma c’è chi ancora oggi preferisce optare per le maschere a base di ingredienti naturali, che offrono risultati niente male. Le pelli secche, per esempio traggono sicuro giovamento dal mix panna, miele e polpa di fragole, mentre contro il rilassamento cutaneo dà risultati appezzabili un impacco di avocado schiacciato, applicato sulla pelle a giorni alterni. Anche le dive non disdegnano le maschere fai-da-te. È il caso di Renée Zellweger, che spesso applica sul viso purea di banane e miele ben miscelati. «Un vero toccasana per la mia pelle delicata e facile ad arrossarsi», assicura l’attrice. La supermodella evergreen Kate Mosse, invece, combatte borse e occhiaie con fettine di cetriolo applicate localmente sul viso.

PRIMA DELL’APPLICAZIONE
Per garantire il massimo assorbimento dei principi attivi presenti nelle maschere, la pelle deve essere ben pulita e i pori leggermente dilatati. A questo scopo, dopo l’abituale detersione e un delicato gommage, è consigliabile esporre il viso al vapore prodotto da una pentola di acqua bollente, meglio ancora se con l’aggiunta di due o tre bustine di camomilla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Trattamenti, Viso Argomenti: , , , , , , , , , Data: 20-02-2016 10:00 AM


Lascia un Commento

*