Rientro in bellezza

di Stefania Maroni
Alla fine dell’estate, la sfida è mantenere i benefici effetti di una vacanza a tutto relax e riparare gli eventuali danni provocati dal troppo sole. Ecco come vincerla.

ThinkstockPhotos-491914379Mai come al ritorno dalle vacanze guardarsi allo specchio è un piacere: lineamenti distesi, colorito dorato, linea più asciutta e scattante. Certo, a un esame più attento la pelle può apparire un po’ disidratata. Chi si avvicina ai 40 anni, poi, rischia di notare qualche rughetta in più. E anche i capelli, forse, non sono proprio al meglio. Ma si tratta di inezie. Adesso, però, è il momento di rimediare ai danni (anche se piccoli) e di consolidare i benefici di una vacanza trascorsa tra cielo e mare, in piena libertà.

PROLUNGARE L’ABBRONZATURA
Il colore del sole dà un’aria vacanziera che dona a tutte. Per conservarla fino all’autunno inoltrato, occorre solo fornire alla pelle un surplus di idratazione e stimolare la sintesi di melanina. A questo scopo, basta usare detergenti delicati a base di olii vegetali e applicare mattina e sera un doposole arricchito con prolungatori dell’abbronzatura, come la tirosina, eventualmente miscelati a una dose minima di autoabbronzante.

ThinkstockPhotos-147309980CARICARE LA PELLE DI ENERGIA
Dopo una vacanza a tutto sole, inevitabilmente l’equilibrio idrico cutaneo è alterato. Per restituire alla pelle il giusto tasso d’idratazione, un siero a base di acido ialuronico si rivela la scelta vincente. Ma se non si è più giovanissime, occorre anche  stimolare la produzione di nuove fibre elastiche, sempre con l’acido ialuronico, ma iniettato sotto cute. Come avviene con Profhilo, un trattamento di medicina estetica bio-rigenerante e con effetto tensore, che dà una sferzata di energia alla pelle, rendendola visibilmente più liscia, tonica e compatta fin dalla prima seduta (il ciclo ne comprende due, a distanza di un mese l’una dall’altra).

Woman holding her hat on the poolsideNUTRIRE IN PROFONDITÀ I CAPELLI
Il mix sole e salsedine ha effetti fortemente disidratanti sui capelli, che diventano fragili e stopposi. La soluzione migliore è un trattamento professionale ad azione ristrutturante intensiva. Alfaparf propone Il Salone, composto da shampoo e maschera ad alta concentrazione di proteine del latte e di origine vegetale. Kérastase, invece, ha messo a punto Resistance Therapiste, che combina la tecnologia Fibra Kaps (basata su 6 aminoacidi) e la linfa estratta dalla pianta della resurrezione, capace di sopravvivere anche in condizioni ambientali estreme. Entrambi i trattamenti, che possono essere effettuati a casa o dal parrucchiere, promettono di riparare il fusto e di renderlo più consistente,  restituendo alla capigliatura lucentezza e corposità.

ThinkstockPhotos-497511253MANTENERE LA LINEA ARMONIOSA
Complici l’acqua salmastra e una vita più attiva, in genere, da una vacanza al mare si torna con uno o due chili in meno. Per non riprenderli, attenetevi alle regole base dell’Intuitive eating, un sistema di alimentazione ideato dalle nutrizioniste americane Evelyn Tribole ed Elyse Resch. La prima: smettere di mangiare quando ancora non si avverte il completo senso di sazietà, che compare solo dopo 15 minuti circa dal termine del pasto. La seconda: mai arrivare a tavola affamati perché si tende a rimpinzarsi di cibo. Un consiglio: concedetevi un aperitivo a base di succo di pomodoro, accompagnato da carote e gambi di sedano. La terza: masticare ogni boccone almeno 40 volte (se ridotti in poltiglia, gli alimenti riempiono di più). Naturalmente, sarebbe bene anche ridurre al minimo i carboidrati ed eliminare formaggi, zuccheri e vino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Capelli, Gallery, Trattamenti, Viso Argomenti: , , , , , , , , , , , Data: 05-09-2015 10:00 AM


Lascia un Commento

*