L'idea

Un taglio virale

di Eleonora Lanzetti
Due imprenditrici milanesi hanno lanciato youComb, un social network dedicato ai capelli.
L'homepage di youComb.

L’homepage di youComb.

Perché chiedere consiglio all’amica, o ritagliare la foto della star del momento dal giornale e portarla dal parrucchiere, quando si può avere un’intera community a disposizione per taglio, colore, piega e shatush? Esiste infatti un vero e proprio social network dedicato a parrucchieri e amanti dei capelli. Si chiama youComb ed è nato nato dall’idea di due amiche nella capitale della moda italiana: Milano. Si tratta di una sorta di Instagram dedicato alle chiome dove si condividono i look, si tagga, si commenta, si votano i migliori hairstyling e si ‘scalano’ le classifiche. E vista la mania dei selfie potrebbe presto decollare.

C’È ANCHE IL TASTO ‘NON MI PIACE’
La dinamica per esprimere il gradimento segue le orme del più navigato Facebook: si possono commentare i look e si possono votare le foto degli altri utenti con un semplice swipe da smartphone, indicando ‘Mi Piace’. Inoltre youComb ha battuto il social di Marc Zuckerberg. Perchè permette anche di esprimere il non gradimento di un’immagine. Con il tanto atteso tasto ‘Non mi Piace’.

UN SOCIAL TARGETTIZZATO
«youComb è stato concepito come un mix fra Instangram, Facebook, Twitter e Tinder ma, a differenza di questi, è targettizzato ed ha un fine non solo ludico ma anche pratico», ha spiegato Graziella Carta, co-fondatrice del social network. «È il punto di incontro per chi va a caccia di nuove tendenze, che non necessariamente provengono dalle sfilate, ma sempre più spesso ultimamente vengono dettate ‘dalla strada’. Sono infatti le persone reali che creano la moda e i trend ogni giorno!», ha aggiunto l’altra mente dietro a youComb Elena Giaveri.

La sezione dedicata alla Classifica Settimanale di youComb.

La sezione dedicata alla Classifica Settimanale di youComb.

I CAPELLI LUNGHI FANNO TENDENZA
Tendenze a cui è dedicata un’intera sezione che consente di vedere quali sono i look più alla mod. «Attualmente sono: capelli lunghi e shatush facendo però attenzione ai prodotti dannosi», commenta Elena.  «Oltre a questo c’è anche uno spazio dedicato alla Classifica Settimanale e alla Classifica Mensile delle foto più votate dagli utenti: più voti ottiene una determinata foto più la persona sale in classifica, diventando così Trendsetter del social».

PRENOTARE L’APPUNTAMENTO NEL SALONE PIÙ VICINO
E poi, come ogni social che rispetti, anche questo può essere utilizzato come business. Perchè su youComb i parrucchieri possono vendersi al meglio: può condividere lavori, servizi,  trattamenti e prodotti che usa. Inoltre grazie alla geolocalizzazione l’utente può anche il salone più vicino e prenotare subito un appuntamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Capelli Argomenti: , , , , , Data: 25-02-2015 09:00 AM


2 risposte a “Un taglio virale”

  1. seo scrive:

    Hello Web Admin, I noticed that your On-Page SEO is is missing a few factors, for one you do not use all three H tags in your post, also I notice that you are not using bold or italics properly in your SEO optimization. On-Page SEO means more now than ever since the new Google update: Panda. No longer are backlinks and simply pinging or sending out a RSS feed the key to getting Google PageRank or Alexa Rankings, You now NEED On-Page SEO. So what is good On-Page SEO?First your keyword must appear in the title.Then it must appear in the URL.You have to optimize your keyword and make sure that it has a nice keyword density of 3-5% in your article with relevant LSI (Latent Semantic Indexing). Then you should spread all H1,H2,H3 tags in your article.Your Keyword should appear in your first paragraph and in the last sentence of the page. You should have relevant usage of Bold and italics of your keyword.There should be one internal link to a page on your blog and you should have one image with an alt tag that has your keyword….wait there’s even more Now what if i told you there was a simple WordPress plugin that does all the On-Page SEO, and automatically for you? That’s right AUTOMATICALLY, just watch this 4minute video for more information at. Seo Plugin

  2. seo plugin scrive:

    Hello Web Admin, I noticed that your On-Page SEO is is missing a few factors, for one you do not use all three H tags in your post, also I notice that you are not using bold or italics properly in your SEO optimization. On-Page SEO means more now than ever since the new Google update: Panda. No longer are backlinks and simply pinging or sending out a RSS feed the key to getting Google PageRank or Alexa Rankings, You now NEED On-Page SEO. So what is good On-Page SEO?First your keyword must appear in the title.Then it must appear in the URL.You have to optimize your keyword and make sure that it has a nice keyword density of 3-5% in your article with relevant LSI (Latent Semantic Indexing). Then you should spread all H1,H2,H3 tags in your article.Your Keyword should appear in your first paragraph and in the last sentence of the page. You should have relevant usage of Bold and italics of your keyword.There should be one internal link to a page on your blog and you should have one image with an alt tag that has your keyword….wait there’s even more Now what if i told you there was a simple WordPress plugin that does all the On-Page SEO, and automatically for you? That’s right AUTOMATICALLY, just watch this 4minute video for more information at. Seo Plugin

Lascia un Commento

*