Consigli

Belle in tempo di crisi

di Stefania Maroni
Buone abitudini e cosmetici low cost per mantenere la pelle giovane con un budget mini.

BeautyPrendersi cura della pelle e riservarle tutte le attenzioni che merita non è solo gratificante, rende anche più sicure di sé, soprattutto dopo i 40 anni quando compaiono i primi segni del tempo. Nonostante il momento di forzata austerità, quindi, il beauty care quotidiano deve rimanere un’esigenza primaria da soddisfare al meglio, che non significa nel modo più costoso.

ALTA QUALITÀ A PREZZI ACCESSIBILI
La strategia di molte case cosmetiche è chiara: tagliare le spese per il packaging, che possono influire fino al 20 % sul prezzo finale, contenere quelle per la pubblicità e puntare sui grandi numeri nella distribuzione, a tutto vantaggio degli investimenti nella ricerca. Una gestione che ha portato marchi dai prezzi “accessibili” al vertice della tecnologia antietà. La convenienza aumenta approfittando delle promozioni, acquistando prodotti 2 in 1 o multitsking (shampoo+ balsamo, detergente+tonico, oli multifunzione) ed emulsioni per il corpo in confezioni maxi.

OCCHIO ALL’ETICHETTA
Prima di acquistare un cosmetico è possibile valutarne l’efficacia? In una certa misura sì. Basta leggere il suo INCI, ovvero la lista degli ingredienti che contiene riportato sulle confezioni (il nome è in latino o/e inglese). In testa ci sono quelli presenti in percentuale maggiore, di solito si tratta degli eccipienti, ma nella prima parte dell’elenco dovrebbero comparire anche le sostanze funzionali, quelle che svolgono l’azione promessa dal cosmetico. Negli antietà, per esempio, i principi attivi più usati sono le vitamine, i peptidi, lo ialuronato o l’acido ialuronico e i derivati vegetali.

FINO ALL’ULTIMO PIGMENTO
Qualità e convenienza è un binomio che funziona anche nel make up. E perché niente vada sprecato, basta ricorrere a qualche semplice accorgimento. Per prelevare anche l’ultima traccia di mascara, versate nel tubetto due o tre gocce di acqua bollente, inserite lo scovolino e fatelo ruotare lungo le pareti. Se lo smalto è diventato poco fluido, aggiungete qualche goccia di alcol, poi agitate con forza la boccetta. Anche agli avanzi di rossetto si può dare nuova vita: radunateli in una scatoletta e miscelateli tra loro. Otterrete una nuance inedita, da applicare con il pennellino.

I CIBI DELLA GIOVINEZZA
Non incidono sul budget riservato al beauty care classico, ma aiutano la pelle a mantenersi giovane: sono gli alimenti ricchi di sostanze antiossidanti, in grado di tenere sotto controlla la proliferazione dei radicali liberi, tra i principali responsabili dell’invecchiamento delle cellulare, anche a livello cutaneo. In base alla scala Orac, elaborata dal Ministero dell’Agricolutara USA per misurare il potere antiossidanti degli alimenti, al primo posto ci sono le bacche di goji (ottime come spezzafame), seguono lampone nero, melograno, prugna secca, mora e mirtillo. Tra le verdure, in testa alla hit parade troviamo gli spinaci e i cavolini di Bruxelles.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo, Trattamenti, Viso Argomenti: , , Data: 21-02-2015 10:00 AM


Una risposta a “Belle in tempo di crisi”

  1. Roblox Hacks scrive:

    My girl that was 8 year old was playing just-as our boys
    do. She brought it to my interest that (what appears to be a hack)
    there have been pornographic photos boating the game world.|and it
    played since It was first launched method back in 2004, nevertheless the
    game is formally still in beta!|enjoyed with it since

Lascia un Commento

*