Bellezza

Una bocca al bacio

di Stefania Maroni
È d’obbligo non solo a San Valentino. Perchè il rossetto è un alleato decisamente prezioso.
Il rosso è il colore più gettonato ma la sua nuance va scelta con attenzione.

Il rosso è il colore più gettonato ma la sua nuance va scelta con attenzione.

Vero polo d’attrazione del viso, la bocca sa esprimere sentimenti ed emozioni anche senza parole, con un linguaggio muto ma facilmente comprensibile e di sicuro appeal. A volte, infatti, basta un certo modo di sorridere, un contatto fuggevole tra le labbra socchiuse e la lingua, un broncio malizioso per dire: «mi piaci», «mi fai battere il cuore», «corteggiami». Vale la pena, quindi, dare alla bocca la massima visibilità, soprattutto nelle occasioni speciali. Come la sera di San Valentino, appuntamento d’obbligo per gli innamorati, ma anche opportunità da cogliere al volo per trasformare una forte simpatia in un rapporto più profondo e coinvolgente.

L’IMPORTANZA DEL COLORE
Perché la bocca possa esprimere al meglio le sue potenzialità, il rossetto è uno strumento indispensabile. Lo dimostra uno studio inglese effettuato dalla Man chester University nel 2013, secondo il quale, al primo approccio con una donna, lo sguardo di un uomo si sofferma sulla sua bocca per 7,3 secondi, se è truccata in rosso; per 6,7 secondi, se il rossetto è rosa; solo per 2,2 secondi se è al naturale.

Sĺ AL ROSSO, MA SU MISURA
Non a caso, il rosso è il colore più gettonato. Ma la sua nuance va scelta con attenzione. «Le tonalità tendenti all’arancio si armonizzano perfettamente con i colori naturali dei tipi mediterranei», afferma Francesca Stefani, make up artist per Collistar. «Se la pelle è diafana, sono perfetti i rossi con una punta di ciclamino; mentre la nuova sfumatura marsala dona molto a chi ha i capelli fulvi e il colorito avorio».

ROSA, MALIZIOSO E RAFFINATO
Puntare sul rosso non è una scelta obbligata. Chi per le labbra preferisce tonalità soft può scegliere il rosa, meno d’impatto ma più malizioso. «Malva e confetto creano un delicato contrasto con i coloriti chiari; i toni più caldi, che sfumano nel beige, invece, s’intonano a meraviglia con le carnagione dorate», precisa la make up artist.

TONI SCURI SOLO SE LA PELLE È PERFETTA
Prugna, marrone, bordeaux e viola sono colori di gran moda, ma impegnativi. «Spiccano sulle carnagioni pallide, valorizzandole al massimo, soprattutto se i contorni delle labbra sono ben definiti da una matita in tinta, da passare anche all’interno», sostiene Francesca Stefani. «Un risultato che si ottiene soltanto se l’incarnato è reso perfettamente uniforme dal fondotinta, che mimetizza ogni imperfezione. Per dare rilievo ai lineamenti è concesso un velo leggero di fard beige sugli zigomi».

LA TEXTURE? DIPENDE DALLA TINTA
A San Valentino, il rossetto deve essere a prova di bacio: non troppo cremoso, stabile e ad alta tenuta, meglio se con formula no-transfer. «Sono le caratteristiche dei lipstick che non puntano sulla lucentezza, ma che regalano alle labbra un sofisticato effetto velluto o appena satinato», spiega l’esperta. «Fanno eccezione i colori scuri che, per non risultare cupi devono avere un finish satinato, dalla delicata luminosità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Make-up, Viso Argomenti: , , Data: 14-02-2015 09:00 AM


2 risposte a “Una bocca al bacio”

  1. ShariYPisula scrive:

    This part of writing provides clear idea for the brand new viewers
    of blogging, that genuinely how to do blogging
    and site-building.

    My website :: ShariYPisula

  2. PAydaycsx scrive:

    payday loans
    [url=http://payday-loans-online.us.com]Great Loans For Bad Credit [/url]
    cash advance

    Direct Payroll
    Payday Loans Online Without A Bank Account
    Low Interest Debt Consolidation

Lascia un Commento

*