STRATEGIE

Pelle giovane con i cosmetici alla soia

di Luciana Bussini
Miracoloso ingrediente anti age, aiuta a prevenire l’invecchiamento. E ad attenuare rughe e smagliature.
Mantieni la pelle giovane con i cosmetici alla soia.

Mantieni la pelle giovane con i cosmetici alla soia.

La soia non è solo tofu, germogli e salsa per condire. È anche un importante ingrediente cosmetico. La maggior parte degli adulti conoscono l’importanza che riveste il consumo quotidiano dei fagioli di soia e dei suoi derivati, per mantenere in buona salute l’organismo. Ma forse non tutti sanno che 25 grammi di soia al giorno prevengono anche l’invecchiamento di pelle e capelli e che i derivati della soia sono tra i principi attivi più utilizzati nelle formule cosmetiche. «I suoi estratti e derivati, inseriti nei prodotti per viso, corpo e capelli, proteggono dall’ossidazione, dalle infiammazioni cutanee e dai raggi Uv, regolano la sintesi della melanina e quindi attenuano l’iper-pigmentazione della pelle, stimolano la produzione di collagene I e III, di elastina e di acido jaluronico (molecole fondamentali per la giovinezza cutanea). Inibiscono l’elastasi, l’enzima responsabile della degradazione del collagene, e ridensificano la struttura cellulare», afferma il dottor Umberto Borellini, cosmetologo.
UNA MINIERA DI FITOESTROGENI
Il merito è dei semi di questo legume, particolarmente ricchi di principi nutritivi: un etto contiene 36 grammi di proteine, 19 di lipidi e 0,2 di isoflavoni (fitoestrogeni o ormoni vegetali), oltre ad alte percentuali di saponine, acidi grassi polinsaturi, aminoacidi essenziali, calcio e magnesio. Gli isoflavoni della soia rivestono un ruolo importantissimo nella conservazione della giovinezza: «I fitoestrogeni sono tra gli ingredienti più antichi. La loro azione è paragonabile a quella dei nostri ormoni estrogeni umani. Diversi studi confermano che contrastare il naturale calo di ormoni dovuto all’età (che provoca tra l’altro una progressiva disidratazione e perdita di tonicità della pelle) con una terapia sostitutiva a base di fitoestrogeni aiuta le donne a mantenersi a lungo giovani e vitali. Un beneficio che si riflette anche sulla tonicità, la morbidezza e l’elasticità della pelle: le formulazioni cosmetiche ricche di fitoestrogeni (tra i più utilizzati, quelli derivati dalla kigelia africana, dalla soia, dal luppolo, dal trifoglio, dal riso e dalla salvia) incentivano la produzione di collagene ed elastina e ridensificano la struttura cellulare», afferma Borellini.
IL SEME D’ORIENTE
La parola italiana soia deriva da quella giapponese shõyu, che significa salsa di soia. La soia (Glycine max (L.) Merr.) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle leguminose, originaria dell’estremo oriente (Manciuria) e successivamente coltivata in tutto il mondo. La Glycine max, però, non esiste allo stato spontaneo, ma si ritiene sia derivata dalla Glycine soja, la soia selvatica. Coltivata da millenni nei Paesi orientali, la pianta di soia conta 10 mila specie che si distinguono per la dimensione e il colore dei baccelli e dei semi (ci sono quelli verdi, gialli, marroni, neri). Ogni anno nel mondo si producono 230 milioni di tonnellate di soia, di cui 80 negli Stati Uniti. seguono Brasile, Argentina, Cina (dati 2008). Secondo i dati Istat risalenti al 2009, l’Italia ha il primato in Europa con una produzione media di 541mila tonnellate, sebbene gli effetti dell’ondata di caldo anomala della scorsa estate, abbiano segnato un calo di raccolta della soia del 40% (confronto tra luglio 2012 e luglio 2011). Una quantità enorme, quindi, ma non eccessiva se si considera che è utilizzata per l’alimentazione umana e animale e per la produzione cosmetica e parafarmaceutica. Un esempio? Per produrre gli isoflavoni di soia (40 milligrammi) da inserire in una sola capsula di un integratore alimentare, servono circa 200 grammi di soia.
L’OLIO ANTI-SMAGLIATURE
L’olio di semi di soia, meglio se biologico, aiuta a prevenire e ad attenuare le smagliature perché contiene un’alta percentuale di isoflavoni. Quando la pelle è sottoposta a una tensione eccessiva, per esempio in gravidanza o nell’aumento di peso, i suoi strati più profondi si lacerano e compaiono le smagliature. Inoltre, l’olio svolge un’azione meccanica anti-disidratazione perché crea un film idrolipidico protettivo in grado di rallentare la disidratazione della cute. Nutre in profondità i tessuti e ottimizza i legami tra le cellule dello strato corneo, migliorando il tono e l’elasticità della pelle.
Come si usa. Per un maggior effetto elasticizzante, si consiglia di miscelare 50 ml di olio di soia con due cucchiaini di olio di rosa mosqueta (in erboristeria). Si applica sulla pelle pulita, si lascia in posa il più a lungo possibile e si rimuove l’eccesso che non è stato assorbito dalla pelle con un telo di spugna morbido.

Publicato in: Corpo, Gallery, Viso Argomenti: , , Data: 10-01-2013 01:55 PM


Lascia un Commento