BEAUTY SECRET

Primer, il trucco prima del make up

di Alessia Sironi
Sieri hi-tech dall'effetto filler o levigante. Che attenuano rughe e borse. Prima di un finish impeccabile.
Il primer è, a detta dei make up artisti, il prodotto indispensabile per un make up senza imperfezioni.

Il primer è, a detta dei make up artisti, il prodotto indispensabile per un make up senza imperfezioni. (Thinkstock)

È sempre stato il segreto di molti red carpet, ma è arrivato a noi comuni mortali solo da qualche anno. Per essere precisi, questo prezioso alleato di tutte le donne, ha fatto il suo ingresso sul mercato del make up mondiale nel 2006. Stiamo parlando del trucco per eccellenza: sua maestà il primer.
GUERRA AI SEGNI D’ESPRESSIONE
Come dietro ogni grande uomo, c’è sempre una grande donna, a detta di qualsiasi beauty designer che si rispetti, alla base di un make up perfetto, c’è sempre un buon primer. Per far sì che la pelle appaia, non solo alla vista, ma anche al tatto, vellutata, impalpabile e luminosa, si deve puntare su un trattamento base dal finish naturale che minimizzi in pochi minuti rughe e segni d’espressione, aumentando la scorrevolezza del fondotinta, così come di qualsiasi altro trattamento si voglia applicare successivamente, sia esso una cipria, un fard oppure una terra. Non solo. «Vestendo» la pelle di un prodotto invisibile e ultra levigante, l’incarnato risulta immediatamente più splendente e le tracce visibili della stanchezza, come borse, occhiaie o micro rughette, subito attenuati.
TRATTAMENTO SKIN CARE
In commercio vi sono vari tipi di primer: da quelli in paste siliconiche senza l’aggiunta di acqua, a quelli a base acquosa o in gel. Se le prime texture, più riempitive, sono potenziate solitamente da speciali polveri sottili che attenuano le zone d’ombra e garantiscono un effetto filler; i secondi hanno effetti trattanti oltre che leviganti, tanto da poter essere applicati sia prima dell’abituale teint” come base lisciante, sia successivamente per giocare armoniosamente con la luce e scolpire le curve del volto grazie ai finish mat o brillanti. I più tecnologici sono veri e propri trattamenti skin care applicati alla cosmetica: sieri in grado di correggere e contrastare i segni del tempo, basi trucco che nutrono e idratano e formule specifiche per pelli delicate e quindi prive di profumo o parabeni.
PELLE DI PORCELLANA
«Ho sempre creduto tantissimo in questi prodotti», racconta a LetteraDonna.it il beauty designer Mario De Luigi, «perché in fondo, noi make up artist, siamo un po’ come pittori: abbiamo bisogno di una tela liscia dove poter far scorrere a piacimento i nostri pennelli. E il primer è uno strumento indispensabile perché non altera il colore o l’aspetto cromatico della pelle». Se si utilizza, infatti, il fondotinta senza prima aver fatto uso di una base, si rischia di evidenziarne tutti i difetti. «Qualsiasi tipo di pelle, dalla più giovane alla più segnata, ha bisogno di un equalizzatore», continua l’esperto. «E posso assicurare che il primer non è una delle solite bufale, ma un prodotto con funzionalità perfetta che garantisce la massima resa del colore e una facilità di applicazione senza precedenti oltre a una luminosità equilibrata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Make-up, Viso Argomenti: , Data: 28-11-2012 12:26 PM


Lascia un Commento

*