SOS BEAUTY

Pelle sensibile allo smog

di Stefania Maroni
Rossore, prurito, desquamazione sono segni di insofferenza. Ma si può prevenire. Ecco come.
Per prevenire esistono prodotti le cui formule potenziano le naturali difese dell’epidermide.

Per prevenire esistono prodotti le cui formule potenziano le naturali difese dell’epidermide.

Lo stile di vita metropolitano, a continuo contatto con sostanze inquinanti, non fa bene. Nemmeno alla pelle. Che si mostra intollerante a questo tipo di agenti: «Le più colpite sono le epidermidi sensibili o soggette ad allergie, che spesso soffrono di dermatiti irritative, causate soprattutto dalle polveri sottili, quelle prodotte dai processi di combustione», precisa Giovanni Chiarelli, dermatologo presso l’ospedale San Raffaele di Milano. Non a caso, da recenti indagini è risultato che questo problema, anche se in modo saltuario, riguarda il 30% delle donne europee, americane e giapponesi, che vivono in Paesi altamente industrializzati.
AZIONE PREVENTIVA
Rossori, prurito e desquamazione vanno considerati come campanelli d’allarme, che richiedono l’intervento del dermatologo. La cosmetica, invece, può svolgere un’efficace azione preventiva. Negli ultimi anni, infatti, sono state messe a punto linee specifiche per pelli particolarmente reattive, le cui formule, oltre a essere ipoallergeniche, contengono principi attivi in grado di potenziare le naturali difese dell’epidermide, come alcune acque termali (ne alzano la soglia di tollerabilità e hanno proprietà lenitive), gli aminoacidi (rivitalizzano le cellule) e gli acidi grassi Omega 3 (rinforzano la barriera cutanea).
PULIZIA ULTRADOLCE
La prima mossa è una pulizia selettiva, che elimini le impurità ambientali senza intaccare il film idrolipidico cutaneo. Per le pelli tendenzialmente grasse, ottime le acque detergenti o i gel seboequilibranti e privi di sapone; per quelle da normali a secche, perfetti i latti detergenti arricchiti con oli e sostanze lenitive, da abbinare a tonici addolcenti e rigorosamente alcool free.
IDRATAZIONE AL TOP
È dimostrato che un valore elevato di Tewl (perdita d’acqua trans epidermica) abbassa le difese cutanee. È indispensabile, quindi, mantenere sempre l’idratazione a livelli ottimali. A questo scopo, basta utilizzare mattina e sera una crema idratante, che non va scelta a caso: se la pelle tende a screpolarsi, deve essere anche nutriente e creare una vera barriera che la isoli dagli agenti esterni; se l’aridità dipende da un calo ormonale dovuto all’età, invece, deve rifornire l’epidermide d’acqua e al tempo stesso svolgere un’azione ridensificante; mentre in caso di eccessiva secrezione sebacea conviene puntare su un’emulsione idratante e riequilibrante.
NO ALL’EFFETTO FLUSH
Segnale evidente di ipersensibilità è l’effetto flush, un improvviso afflusso di sangue al viso che provoca un forte arrossamento. Alla base c’è una vasodilatazione indotta da fattori di vario genere: sbalzi di temperatura, bevande alcoliche o molto calde, cibi piccanti o una forte emozione. La cosmetica aiuta con principi attivi in grado di neutralizzare i processi che determinano i rossori e che alla lunga favoriscono la comparsa della couperose. Tra i più efficaci le vitamine B3 e Cg, associate ad acqua termali ricche di selenio, dalle proprietà spiccatamente lenitive.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Gallery, Viso Argomenti: , , Data: 31-10-2012 11:57 AM


Lascia un Commento

*