AL MARE

Sono una donna solare

di Stefania Maroni
Migliora il sistema immunitario, stimola le endorfine e rigenera le cellule cutanee. Il sole in spiaggia fa bene, se preso a piccole dosi e con le giuste precauzioni.
La crema solare va applicata più volte al giorno, di preferenza sulla pelle asciutta.

La crema solare va applicata più volte al giorno, di preferenza sulla pelle asciutta.

Tra la pelle e il sole, si sa, i rapporti non sono idilliaci. Nonostante questo, l’abbronzatura conserva intatto il suo appeal. Non solo per ragioni estetiche, ma anche perché viene associata a uno stato di benessere generale. E a ragione. I raggi solari, infatti, rappresentano una straordinaria fonte di energia, che influisce positivamente su molte funzioni dell’organismo.
SANE E DI BUON UMORE
Anzitutto svolge un ruolo fondamentale nella sintesi della vitamina D, da cui dipende non solo il buon assorbimento del calcio, ma anche l’efficienza del sistema immunitario. Gli ultravioletti, poi, stimolano il sistema ormonale, in particolare promuovono la produzione di endorfine, dette anche molecole del buon umore. Inoltre, durante i primi cinque minuti di esposizione, svolgono un’azione rigenerante sulle cellule cutanee. Nessuna meraviglia, quindi, se dopo una giornata di sole, preso a piccole dosi e con le opportune precauzioni, ci si sente in forma, di ottimo umore e la pelle appare più luminosa.
Da sapere. Per ottenere tutti questi benefici, il sole va preso sempre a piccole dosi. L’ideale è alternare 20 minuti di esposizione ad altrettanti sotto l’ombrellone.
ACCORGIMENTI PER “ADDOLCIRE” IL SOLE
Indispensabili per conquistare un’abbronzatura doc, i solari “addolciscono” l’impatto dei raggi UV sull’epidermide, neutralizzandone (almeno in parte) gli effetti negativi (scottature e photoaging). Ma perché funzionino al meglio non basta scegliere il prodotto più adatto al proprio fototipo, occorre anche usarlo correttamente.
Anzitutto, va applicato più volte al giorno, di preferenza sulla pelle asciutta. I dermatologi consigliano di stenderlo in due step: prima con un massaggio prolungato, per permettere alla pelle di assorbire i principi attivi idratanti e antietà; poi con una frizione delicata, in modo che i filtri rimangano in superficie e possano svolgere a dovere il loro compito. Molti specialisti suggeriscono anche di supportare l’azione del solare con un integratore dietetico a base di betacarotene, utile per rinforzare le naturali difese cutanee.
Da sapere. Il potere schermante di un tessuto che lascia filtrare la luce difficilmente ha un indice di protezione superiore a 20. Se la pelle è particolarmente delicata, quindi, la classica camiciola di garza può preservarla dalle scottature, ma non la mette al riparo da rossori ed eritemi. Le assicura una difesa adeguata e assolutamente invisibile, invece, un prodotto dotato di filtri Spf 50+.

Lo iodio, presente nell'acqua e nell'aria, irrobustisce la struttura capillare e accelera il ricambio cellulare del cuoio capelluto.

Lo iodio, presente nell'acqua e nell'aria, irrobustisce la struttura capillare e accelera il ricambio cellulare del cuoio capelluto.

I CAPELLI E IL LORO “ALLEATO”
Al mare possono contare su uno straordinario alleato: lo iodio. Presente nell’acqua e nell’aria, irrobustisce la struttura capillare e accelera il ricambio cellulare del cuoio capelluto, favorendo una crescita più rapida. In spiaggia, però, i capelli devono affrontare anche qualche nemico. Il più temibile è la salsedine, che li disidrata e li rende stopposi. Il sole, invece, si limita a schiarirli. Un effetto gradito se il colore è naturale, ma che può riservare brutte sorprese se è opera del parrucchiere: il biondo tende a diventare giallo, il rosso può assumere sfumature aranciate, mentre le tonalità scure virano sul marrone bruciato. In ogni caso, conviene proteggere i capelli con gel e oli solari specifici, che li avvolgono in un film invisibile dalle radici alle punte.
Da sapere. Al mare, spesso l’acqua del rubinetto è molto calcarea. Dopo l’ultimo bagno, quindi, conviene sciacquare i capelli con acqua minerale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Corpo, Gallery, Viso Argomenti: , , , Data: 01-08-2012 11:00 AM


Lascia un Commento

*